Seleziona una pagina

Cyberbullismo

CYBERBULLISMOCyberbullismo: guida completa per genitori, ragazzi e insegnanti

Il libro si presenta come il primo testo della collana Psicologia Divulgativa di Reverdito Editore, diretta dallo psicologo clinico e forense dott. Michele Facci.

Il testo rappresenta un agile saggio di semplice lettura per genitori, insegnanti e giovani che vogliono comprendere al meglio questo fenomeno. Il libro presenta le differenze tra bullismo e cyberbullismo, e spiega le implicazioni psicologiche per le vittime, le modalità educative da attuare e gli aspetti giuridici.

Gli autori: Mauro Berti – Sovrintendente Capo della Polizia di Stato, lavora presso il Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Trento, è responsabile dell’Ufficio Indagini Pedofilia; Serena Valorzi – Psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale, esperta in dipendenze da comportamento, assertività e di impatto emotivo, cognitivo e relazionale delle tecnologie di comunicazione; Michele Facci – Psicologo clinico e forense, Consulente Tecnico presso il Tribunale di Trento, esperto in pericoli e potenzialità di internet, autore di numerosi interventi sui principali media nazionali.

Scopri la scheda prodotto del libro: http://reverditoeditore.it/prodotto/cyberbullismo/

I tre autori hanno già scritto: Facci M., Valorzi S., Berti M. (2013), Generazione Cloud. Essere genitori ai tempi di Smartphone e Tablet, Erickson, Trento.

 

L’odio online. Violenza verbale e ossessioni in rete

La diffusione di Internet ha reso possibile un dialogo ininterrotto, che si alimenta sui blog, sui forum, nelle chat, sui display degli smartphone. All’interno di questo dialogo globale, sono approdate le espressioni di odio razziale e politico, le offese, i comportamenti ossessivi nei confronti di altre persone, le molestie, il bullismo e altre forme di violenza che sollevano la curiosità del giurista. Come è nato il concetto di hate speech? Anche odiare è un diritto e quali sono i limiti che pongono gli ordinamenti giuridici? È mutato il livello di tolleranza e sono cambiati irreversibilmente i toni della discussione? A queste domande risponde l’autore, affrontando da un punto di vista giuridico, filosofico e politico il tema della violenza verbale e della sua diffusione nell’era tecnologica.

Scopri il libro su Amazon: https://www.amazon.it/Lodio-online-Violenza-verbale-ossessioni/dp/8860308062/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1481378283&sr=8-1&keywords=odio+online

iRules: le regole smart

cellulare-per-bambini1“Quanto spaventa vedere i propri figli tutto il giorno con le mani incollate al cellulare e la testa fissa sullo schermo? Educarli a un uso corretto della tecnologia non è cosa semplice. Spesso i ragazzi parlano un linguaggio diverso da quello dei genitori, maneggiando con estrema abilità strumenti che i più grandi al contrario conoscono meno.” A dare una mano a tutti i genitori, ci ha pensato la scrittrice americana Janell Burley Hofmann, che quando -come dono di Natale- ha regalato al figlio un Iphone, ha avuto l’accortezza ed il buonsenso di “allegare” una lettera con le 18 regole da rispettare per un uso corretto di quel fatidico oggetto tanto desiderato.

Leggi l’articolo completo su Huffingtonpost

La formazione degli insegnanti nell’Era Digitale

SCHOOLS IN THE DIGITAL AGE: TEACHERS’ TRAINING ROLE IN THE INNOVATIVE USE OF THE INTERACTIVE WHITEBOARD

di Patrizia Ghislandi e Michele Facci

paper michele facci formazione insegnantiQuesto lavoro descrive una ricerca (LIM@Trento) condotta in un Liceo Classico della Provincia Autonoma di Trento, nella quale si fa un buon utilizzo della Lava- gna Interattiva Multimediale (LIM) ai fini della didattica e dell’apprendimento. In particolare abbiamo osservato e studiato come gli insegnanti utilizzino la LIM du- rante le lezioni di greco e latino. Nel lavoro si evidenzia che spesso le scuole spen- dono il loro budget prevalentemente nell’acquisto di tecnologie piuttosto che in una politica di formazione delle risorse umane, e in questo modo corrono il rischio di sottovalutare le possibilità pedagogiche offerte dalle tecnologie e di limitare i cambiamenti positivi auspicabili nelle strategie didattiche e nell’apprendimento. Dalla nostra ricerca sembra emergere il bisogno fondamentale di investire nella formazione dei docenti per favorire l’uso didatticamente corretto della LIM nella Scuola e per migliorare apprendimento, motivazione e partecipazione degli studen- ti. Non investire nella formazione implica correre il rischio di ridurre la LIM a uno strumento passivo, cioè niente di più che un proiettore collegato ad un perso- nal computer. Il ruolo fondamentale della formazione degli insegnanti è legato an- che al fatto che la generazione dei nativi digitali presenta stili di comunicazione e di apprendimento molto diversi da quelli dei loro insegnanti.

Ghislandi P., Facci M. (2013), Schools in the Digital Age: teachers’ training role in the innovative use of the Interactive Whiteboard, <<Journal of Theories and Research in Education>>, Vol 8, N. 1, 2013, pp. 61-78, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (link al paper in versione integrale)

Essere genitori ai tempi di smartphone e tablet: Generazione Cloud

generazione cloud essere genitori ai tempi di smartphone e tablet michele facci mauro berti serena valorzi

La rivoluzione digitale, che trova un suo momento particolare nella diffusione della tecnologia Cloud, ha influenzato gli stili di vita, di comunicazione, di socializzazione e di apprendimento, ponendo nuove sfide alle famiglie e alle scuole. Genitori e insegnanti si trovano infatti a crescere e educare generazioni di bambini che spesso utilizzano in modo naturale, veloce e spontaneo strumenti sconosciuti agli adulti. A volte li scoprono autonomamente, senza che nessuno gliene spieghi pericoli e potenzialità, senza che qualcuno ne regolamenti l’esplorazione. Anzi, accade di frequente che siano i figli a spiegare ai genitori come si usa qualche funzione di un particolare telefono cellulare piuttosto che di un programma per computer.
Scopo di questo libro è fornire agli educatori — genitori, nonni e insegnanti — non competenze tecniche o informatiche bensì la cornice culturale, le modalità di approccio e le indicazioni che possono aiutarli e sostenerli nella loro azione quotidiana a favore della crescita e dello sviluppo dei bambini e dei giovani nell’Era digitale.

Una guida rapida ma completa: ecco tutto quello che devi sapere per aiutare i tuoi figli a crescere, sfruttando le potenzialità delle tecnologie ma imparando a evitarne i pericoli.

Il primo libro divulgativo sulla generazione delle nuvole:
 come il Cloud sta cambiando la vita. Non solo Facebook, cellulari o videogiochi, ma un sistema di vita sempre più digitale è quello che caratterizza la vita dei nostri figli.

Ora disponibile anche su iBook Store di Apple – Google Play per Android e Amazon Kindle!

Generazione Cloud genitori tempo di smartphone tablet ebook Generazione Cloud genitori tempo di smartphone tablet ebook

La mente aumentata – Marc Prensky

la_mente_aumentata_marc_prensky_michele_facci_generazione_cloud_copertinala_mente_aumentata_marc_prensky_michele_facci_generazione_cloud_dedicaHo avuto l’onore di conoscere personalmente Marc Prensky in quanto ci siamo trovati come relatori al 9° Convegno internazionale La Qualità dell’integrazione scolastica e sociale Palacongressi di Rimini, 8-10 novembre 2013, Erickson. Ne è nata un’amicizia e un proficuo confronto di idee e prospettive. Il suo libro, La mente Aumentata, Ed. Erickson, Trento, è sicuramente una tra le migliori rassegne al mondo degli studi sull’impatto dell’utilizzo delle tecnologie sulla nostra mente. Presnky ne analizza aspetti positivi e negativi, arrivando però a delle conclusioni molto interessanti..

Presentazione del libro: “In un mondo in cui la risposta a ogni domanda è a portata di mano, quale spazio resta alla mente dell’uomo? Oggi, grazie a oggetti che occupano poco più che il palmo della nostra mano, siamo in grado di gestire calendari, documenti e rapporti personali con una facilità tale che molti restano disorientati quando si trovano a dover eseguire queste operazioni senza l’ausilio dell’elettronica. Non è raro, allora, ascoltare gli appelli allarmati di chi invoca una minore invasione della tecnologia a favore di un’interazione diretta, nel timore che un ricorso eccessivo all’intelligenza artificiale condizioni negativamente la nostra capacità di pensare. Marc Prensky, celebre opinion leader e interprete dei cambiamenti che la rivoluzione digitale ha portato al nostro modo di vivere, non la pensa così. In questo saggio, controverso e discusso, egli dimostra che un uso intelligente della tecnologia potenzia la mente e le sue abilità, piuttosto che inibirle. Attraverso decine di esempi, l’autore illustra come una combinazione ragionata delle capacità del pensiero, come l’assunzione di decisioni o il ragionamento complesso, con le possibilità concesse dalla tecnologia, come l’archiviazione ed elaborazione di grandi quantità di dati, porti indubbi benefici al nostro funzionamento cognitivo. Come fare in modo, allora, che mente e tecnologia estendano a vicenda i rispettivi potenziali? La risposta di Prensky è: ricercando la saggezza digitale, un’interconnessione tra umano e tecnologico che consenta all’homo sapiens di cogliere le maggiori sfide del XX secolo, affrontando con efficacia le prossime fasi dell’evoluzione cognitiva.”

Guarda la presentazione del libro di Marc Prensky (per visualizzare i sottotitoli in italiano occorre attivare la funzione Sottotitoli su YouTube)