Seleziona una pagina

La mamma amica su Facebook?

mamma amica su facebook

Molto spesso ricevo richieste di consulenza in merito alla possibilità o meno di essere amici su Facebook dei propri figli o dei propri studenti. In Rete si trovano le risposte più bizzarre, io ritengo invece che la risposta sia molto semplice: nella realtà concreta i nostri figli o i nostri studenti possono essere nostri amici? La risposta è no. L’amicizia è un rapporto diverso da quello che un genitore ha con un figlio, o con un docente. Perché allora su Facebook questa posizione dovrebbe cambiare? Per controllare i propri figli? Ma l’educazione passa solo dal controllo coercitivo? Ovviamente, come sempre, non si può generalizzare, ma in linea generale la mia posizione penso sia abbastanza chiara.

Leggi l’articolo completo di huffingtonpost.it .

Facebook ormai superato?

Facebook superato wiredUn articolo interessante e coraggioso, che racconta il punto di vista di un ragazzo rispetto ai social network: cosa davvero si usa e cosa no? Cosa viene ritenuto vecchio e anacronistico e cosa invece innovativo e utile? Questa almeno la sua visione.. in parte discutibile, ma interessante!

Leggi l’articolo di Wired.

Facebook: libertà di espressione o diffamazione?

pericoli di internet - caso siri

Un cartello pubblicitario rappresenta una bambina in posa ammiccante mentre si trucca, con lo slogan “farò l’estetista”. Una pubblicità per la scuola di formazione professionale SiRi di Foggia. Così la giornalista Marina Morpurgo esprime sulla sua pagina di Facebook, pare visibile solo ai suoi amici, il suo pensiero condannando con parole sembra anche forti l’aver utilizzato l’immagine di una bambina in questo modo. Risultato: la scuola gli ha fatto causa. Ora vedremo cosa deciderà la giustizia italiana, di certo, da psicologo, se comunque continuo ad invitare ad essere cauti nel postare su Facebook o comunque in rete frasi che potrebbero apparire diffamanti, in questo caso mi pare comunque utile evidenziare l’inopportunità dell’utilizzo di un’immagine di una bambina in quella posa e il diritto di poter esprimere questo pensiero.

Leggi l’articolo su “L’Espresso”!

«Lei si spoglia, poi mi dice: io distruggerò la tua vita». Facebook, sesso e truffe

«Lei si è spogliata. Poi mi ha chiesto di fare altrettanto», racconta Giulio (nome di fantasia). Non si sta parlando di un incontro reale ma di un incontro sul web. Ci sono decine di social network (primo fra tutti «Facebook») ed alcuni nascono con l’obiettivo di favorire nuove conoscenze fra gli utenti (come «Chatroulette»). Su questi siti ci sono alcuni profili di donne disinibite che adottano sempre la stessa truffa: trovare un uomo disposto a spogliarsi di fronte ad una web-cam e registrare il tutto.”

Così inizia l’interessante articolo pubblicato dal Corriere. In generale non bisogna demonizzare il mezzo Facebook, ma piuttosto un uso irresponsabile: spogliarsi davanti alla webcam senza avere nessuna garanzia su chi realmente ci stia guardando dall’altra parte è un atto di ingenuità e incoscienza che Facebook o meno, dimostra uno scarso senso critico e una scarsa consapevolezza della realtà digitale in cui viviamo. Se non ci fosse stato Facebook, probabilmente ci si sarebbe spogliati davanti a un telefono cellulare o a Skype. Ancora una volta quello che dovrebbe farci riflette è l’assenza di consapevolezza, non un mezzo che – se usato consapevolmente – può essere molto utile.

Leggi l’articolo completo sul Corriere della Sera.

The Social Network – Facebook

TheSocialNetwork_posterNon è un social network, è IL social network. The Facebook, The social network. Il film, cinematograficamente davvero molto particolare e ricostruito con continui flashback durante i diversi processi in cui Zuckerberg è coinvolto, presenta sicuramente alcuni elementi di fantasia, ma in generale ci trasmette esattamente il senso della nascita di Facebook, le motivazioni. E anche la personalità di Marc, che dietro una certa timidezza che gli impedisce di fare interviste in modo spontaneo e fluente, c’è un senso imprenditoriale molto marcato e a volte sfrontato.

Guarda il trailer del film The Social Network.