Seleziona una pagina

Tik Tok è davvero pericoloso?


Nel 2019 l’applicazione di Tik Tok è diventata estremamente popolare tra i giovani, soprattutto tra quelli nati dopo il 2000. Una piattaforma social dedicata esclusivamente alla condivisione di video che ha catturato l’attenzione di tutti.  Qui però non andremo a spiegarvi il funzionamento o le dinamiche di questa app, ma andremo a capire quali siano effettivamente i pericoli di questo social senza allarmismi ne toni drammatici.

 

Non spaventatevi

Come per molti altri articoli che abbiamo scritto riguardo app e social, la cosa più importante per un genitore è non spaventarsi, TIk Tok non è qualcosa di dannoso, vederlo installato nel telefono di vostro figlio non costituisce un problema reale e non è sicuramente la causa dei brutti voti a scuola.

Capite come si usa

Potremmo scrivere pagine e pagine di testo per spiegarvi il funzionamento e le dinamiche di TikTok, ma non tutti lo usano allo stesso modo. Qualcuno potrebbe usarlo per scoprire nuove canzoni o solo per vedere i video degli amici. La cosa migliore che potete fare per capire meglio questo social è chiedere a vostro figlio, sarà lui a spiegarvi come usa l’applicazione.

Capite quali sono i pericoli reali

I reali pericoli dell’uso di Tik Tok non sono molti, ma non vanno ignorati:

Bullismo: Se vostro figlio ha (o ha avuto) problemi di bullismo vi consigliamo di prestare attenzione ai commenti e ai messaggi. Leggendoli potrete immediatamente capire l’atmosfera creata intorno al profilo di vostro figlio.

Pedofilia: Per prima cosa, i ragazzi sotto i 13 anni non dovrebbero usare l’applicazione. In secondo luogo, dovete chiedervi se vostro figlio ha dimostrato abbastanza maturità e responsabilità per usare l’applicazione in modo sano. Infine, quando avrete deciso di dare fiducia a vostro figlio, affrontante l’argomento e mettetelo in guardia da questi malintenzionati.

Dipendenza: Come per qualunque altro social, videogioco o attività, l’uso eccessivo e malsano di Tik Tok potrebbe (difficilmente) causare dipendenza, quindi, a seconda dell’età del vostro pargolo cercate di limitare il tempo speso su questo social. Un modo potrebbe essere quello di limitare il numero di video che pubblica settimanalmente.

 

Infine, come già detto sopra, non lasciatevi spaventare da articoli o video che gridano al pericolo, perché non fanno altro che spaventare i genitori per fare dei click sui loro miseri portali.

Il consiglio finale è sempre lo stesso, a seconda dell’età di vostro figlio, siate più o meno presenti nella sua attività online.