Seleziona una pagina

pericoli di internet - caso siri

Un cartello pubblicitario rappresenta una bambina in posa ammiccante mentre si trucca, con lo slogan “farò l’estetista”. Una pubblicità per la scuola di formazione professionale SiRi di Foggia. Così la giornalista Marina Morpurgo esprime sulla sua pagina di Facebook, pare visibile solo ai suoi amici, il suo pensiero condannando con parole sembra anche forti l’aver utilizzato l’immagine di una bambina in questo modo. Risultato: la scuola gli ha fatto causa. Ora vedremo cosa deciderà la giustizia italiana, di certo, da psicologo, se comunque continuo ad invitare ad essere cauti nel postare su Facebook o comunque in rete frasi che potrebbero apparire diffamanti, in questo caso mi pare comunque utile evidenziare l’inopportunità dell’utilizzo di un’immagine di una bambina in quella posa e il diritto di poter esprimere questo pensiero.

Leggi l’articolo su “L’Espresso”!