Seleziona una pagina

Secondo la ricerca “EU Kids Online 2017”, condotta da OssCom (il centro di ricerca sui media e la comunicazione dell’Università Cattolica), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’ATS Parole Ostili, i rischi provenienti dal web sono più che raddoppiati in pochi anni. Tra gli adolescenti infatti circa 1 su 10 ha vissuto esperienze negative su Internet ed il 6% dei ragazzi nella fascia d’età tra 9 e 17 anni afferma di essere stata vittima di cyberbullismo nell’ultimo anno. Il mezzo con cui si diffonde il pericolo? Ovviamente lo smartphone, usato quotidianamente per andare online dal 97% dei 15-17enni e dal 51% dei bambini di 9-10 anni. A tal proposito la ministra Fedeli afferma: “Vista anche la frequenza sempre più elevata con cui le ragazze e i ragazzi navigano in Rete durante la giornata, dobbiamo far sì che abbiano le competenze per un uso corretto e attivo degli strumenti di navigazione, ma anche per orientarsi e saper leggere in modo consapevole le informazioni che trovano in Rete.” E aggiunge: “La Rete è una grande opportunità, ma dobbiamo fare in modo che le nostre giovani e i nostri giovani sappiano riconoscere e isolare i rischi e le situazioni problematiche che possono verificarsi navigando”.

Fonte: premi qui.